3-5 Novembre • L'amore chiama! Iscriviti

Una ragione per uscire con lui

by Alescanca,

Quali sono i ragazzi giusti con cui uscire? Come capire quale corteggiamento accettare? Chi corteggiare?

Mi succede moltissime volte, soprattutto da quando scriviamo il blog, che mi dicano: “Parli bene tu che a vent’anni eri già sposata!” oppure “Certo, tu sei stata fortunata a trovare un uomo come Francesco, io invece…” e anche “Per voi é stato facile, vi siete incontrati, poi vi siete fidanzati, avete avuto i frati di Assisi che vi hanno accompagnato nel cammino e adesso eccovi qui belli e bravi”.

Preciso innanzitutto che di anni ne avevo diciannove quando quel ragazzo super trasandato con i pantaloni sempre rotti mi ha messo al dito un anello. Che sono stata fortunata ad aver trovato Francesco non tutti proprio la pensano così… soprattutto chi lo conosce! E poi, solo per precisare, di facile nella nostra storia davvero faccio difficoltà a trovare un fatto, tanta grazia si, ma facile no (!)… ma non importa. Non sono certo né la fortuna, né l’età né tantomeno la facilità delle situazioni ad averci messo in cammino insieme.

Ma allora come si fa a trovare quest’uomo qua? Con chi vale la pena mettersi in cammino? Dove si cerca un uomo con gli attributi?

Ecco, ti annuncio una — grande gioia — quell’uomo é già accanto a te e tu nemmeno te ne sei accorta! Sono anni che quel poveraccio balbetta al telefono cose del tipo:

- Ciao Roberta, so..sono Giacomo, scusa se ti disturbo, volevo so..solo sapere a che ora é la messa delle 11.00.

- Ciao Giacomo — con un’aria scocciata — è alle 11.00 no?!

- Ah, ha..hai ragione, che domanda sciocca, ahahah. Scusami eh!

Ma tu con lui neanche a pensarci:

- Ma non lo vedi quant’é dolce?! Ti ha scritto un biglietto di compleanno romanticissimo e poi pure i fiori, che carino!

- Ma chi quello?! Giacomo?! Ma tu sei scema o cosa!

Poi però succede che mentre tu aspetti Brad Pitt che passeggia sotto casa tua alla ricerca di una ragazza da rendere felice che corrisponde esattamente alle tue caratteristiche, lui, Giacomino, si mette con un’altra, si sposano, fanno un figlio e sprizzano cuoricini da tutti i pori. A quel punto tu nemmeno rosichi perché neanche ci arrivi a pensare che potevi essere tu a posto di Giacomina. Pensi solo che sono veramente belli quei due e lui s’é fatto più carino (!).

A bella! Svegliate!

Brad Pitt non ci passa per Torino, é meglio investigare sulle potenzialità di Giacomino. E poi tu non sei mica Angelina Jolie! Brad vuole lei e non la lascia nemmeno quando é depressa … quindi guarda avanti, fattene una ragione.

Una bella storia non nasce da quanto é carino lui e neanche dal suo fascino. Se Giacomino é capace di volerti bene e accettarti per quella che sei tu, dagliela una chance a sto poveraccio! so’ anni che aspetta. Una bella storia può nascere anche da una stima (leggiti questo!), da un interesse in comune.

Ma tu, mia cara Roberta, non finirai di leggere il post perché comincerai a dire: “Se non c’é attrazione, se non mi piace come può nascere qualcosa?”. Io però dico che chi te l’ha detto a te che una relazione deve cominciare per forza dall’attrazione? Chi te l’ha detto che l’attrazione non possa venire dopo, magari dopo la stima? Ci avevi mai pensato? Non hai più tredici anni che baci quello che fa il figo, non sei più un adolescente dall’ormoncino-comanda-color. Sei una ragazza, una donna, apri gli occhi e guarda con occhi adulti la realtà. Guarda intorno a te e scoprirai che a far bella una persona é la sua capacità di amare e di donarsi. La sua somiglianza con Gesù Cristo che si è donato tutto per te, questo deve essere il metro di misura per scegliere un ragazzo. Guarda san Francesco, orecchie a sventola, basso e bruttarello, che te ne pare? Eppure quando lo vedi raffigurato pensi: “Anvedi questo ha cambiato la chiesa e il mondo, lo conoscono tutti, credenti e non, dal Canada all’Australia”.

Cara la mia Roberta dagli una chance che al massimo perdi una serata in pizzeria. L’uomo che cerchi già lo conosci, non andare lontano e non perdere tempo se no manco a cinquanta di anni lo trovi e poi, ripeto, Brad é impegnato. Se la serata proprio non dovesse andar bene o nel caso lui dovesse dire la parola mamma ogni cinque parole, allora pace, almeno ci hai provato. Anzi, ti dirò di più: se hai per le mani un Giacomino che invece non ti corteggia, corteggialo tu! fatti bisognosa di qualcosa e trova una scusa per farti aiutare. Sono sicura che proprio ieri ti si sarà rotto il computer o ti servono assolutamente le sue lezioni di chitarra. Trovane una tu di scusa e non te lo fare scappare perché é la tua porta verso la gioia. Per gli occhiali a fondo di bottiglia, la moda dei prossimi anni troverà una soluzione e la pelata è simbolo di virilità (o almeno credo…). Tu guarda il cuore, guarda la bellezza che ha dentro, quanto é capace ad amare, quanto é — gratuito — perché questo é quello che rimane, questo ti renderà felice.

Credimi!


Altri post correlati:


Tutti i post