Tutta bella

by Alescanca,
Tutta bella
Immacolata, ovvero, tutta bella! La mossa vincente per diventare fichissime e attraenti.

Ieri a messa il sacerdote ha esordito dicendo che Immacolata significa tutta bella e che quindi l’8 dicembre è la festa della bellezza! Ma che meraviglia! Io ho sempre pensato che dovevo fare i salti mortali per essere bella. Certo non voglio scoraggiarvi da trucco e tacchi (Claudia stai serena che la nostra giornata shopping ai saldi non ce la toglie nessuno quest’anno!!) e al prendersi cura di sé, ma bisogna aggiungere l’ingrediente segreto altrimenti rischia di non funzionare.

Non so se vi è mai capitato di conoscere una suora di clausura. Appena l’avete avuta davanti che cosa avete pensato? Più di una volta mi è capitato di esclamare: “Ma quant’è bella?!!!” e poi “Ma si può essere più felici di così?!”. In quelle donne c’è una bellezza particolare anche se sono un po’ storte, con le rughe, e occhiali enormi sulla punta del naso. Emanano luce! Ma com’è possibile sta storia??

Ho incontrato anche sacerdoti così. Come quella volta vicino Ivrea quando ho conosciuto un prete che faceva molta fatica a parlare perché aveva mezza mandibola. Sembrava davvero moooolto anziano anche se in realtà non lo era, era semplicemente malato. In quegli occhi c’era una bellezza, una forza, una fede che, ad ascoltarlo, ti sembrava di fare esperienza di Dio, di toccarlo, di averlo lì seduto al banco a fianco a me.

A volte mi succede che mi fermo vicino al camino e, mentre sgrido un figlio, rispondo al telefono e sbuccio le patate… prego il rosario; all’improvviso entra Francesco e mi dice: “Amore, ma come sei bella! Che occhi belli hai oggi, non me ne ero accorto”. Il Ruvido si chiama così perché i complimenti non sono proprio il suo forte, quindi se lo dice lui vuol dire che davvero è così.

Ci capita spesso alla fine di un corso o di una testimonianza di incontrare ragazze che fanno un cammino, che hanno gli strumenti, sono carine e aperte, ma non riescono a trovare un ragazzo. La preghiera diventa una litania costante: “Signore non ti dimenticare di farmi incontrare un uomo con cui costruire una famiglia! Signore fammi trovare un uomo con cui costruire una famiglia! Signore…”. Il Signore ha capito, stai serena! Adesso però abbandona i tuoi progetti di servire Dio con un uomo e una famiglia e cerca Dio, Dio e basta! La vocazione al matrimonio è una chiamata che il Signore ci fa per incontrare Lui. Vuoi che Lui non lo sa che ti serve un uomo per fare una famiglia?! Allora non cercare i progetti (per quanto santi e sacrosanti), ma cerca Lui, Lui e basta come ha fatto Maria. Dio è più grande dei tuoi progetti. Quindi, quando hai finito di truccarti, metterti una bella gonna che ti valorizza e un bel tacco, rivestiti di Lui per diventare davvero attraente ad un altro livello.

Insomma, amiche e amici miei, c’è una crema esfoliante che dona bellezza e che supera ogni brufolo e ogni gobbetta alla Giacomino: è la preghiera!!! Maria, tutta bella, lo aveva scoperto e ne faceva uso oltre tutte le indicazioni, tanto che Dio non ha resistito a sceglierla come mamma di Suo Figlio, madre di Dio.

Noi pure possiamo fare questa cura di bellezza. Vi assicuro funziona da Dio! Parola di Alescanca!


Altri articoli sulla fiducia


Camminiamo facendo ogni giorno del nostro meglio, lavoriamo instancabilmente per costruire la nostra persona, impariamo ad amare attraverso il dono quotidiano di noi stessi! Sapendo che Dio ascolta il nostro cuore. Chiediamo cose grandi e non desideri sotto-sviluppati!!

Non sempre la via è così chiara. Spesso le situazioni sono complesse e i sentimenti inaffidabili. Allora in base a cosa decidiamo? Chi ci può aiutare nelle nostre scelte importanti?

Gioia o stress? Dipende per chi fai le cose e cosa metti al centro della tua vita

Ascolto il mio respiro mentre nel silenzio chiudo gli occhi ed inizio la preghiera. Sono le 6:30 del mattino, tutti dormono, la luce del nuovo giorno che si affaccia dalla finestra è tenue e rassicurante. Per me questo è il momento più bello della giornata.

Tutti i post